Latest Post

giovedì 25 maggio 2017

Manchester; Kelly Brewster di 32 anni è morta facendo scudo alla sorella e alla nipotina

Manchester, muore facendo da scudo alla sorella e alla nipotina: "Il cielo ha guadagnato un angelo"

COMMENTA

Mercoledì 24 Maggio 2017, 16:04
Ha fatto da scudo con il suo corpo alla sorella e alla nipotina, così Kelly Brewster, 32 anni, è deceduta in seguito all'esplosione avvenuta lunedì sera alla Manchester Arena. A parlare dell'eroico gesto della giovane donna è il fidanzato con post su Facebook.    Ian Winslow ha raccontato di come la sua fidanzata fosse andata al concerto di Ariana Grande insieme alla sorella Claire e alla nipotina Hollie, entrambe ricoverate in ospedale con diverse lesioni, quando si è resa conto che stava succedendo qualcosa di pericoloso Kelly ha schermato con il suo corpo la sorella e la piccola subendo tutti gli effetti della deflagrazione e usando la sua vita per salvare quella di due persone che amava moltissimo.  Il gesto di Kelly è stato decisamente eroico e tutti, come anche Metro, la stanno ricordando per ciò che è stata in grado di fare: «Il cielo ha guadagnato un angelo. Ricorderò sempre i nostri incontri, ricorderò sempre le volte in cui abbiamo cenato insieme e le altre in cui ti accompagnavo a casa dopo il lavoro. Mancherai tantissimo a tutti noi», così la ricorda un suo caro amico.

mercoledì 24 maggio 2017

Addio Ludovica, 15enne si spegne dopo 4anni di lotte contro la malattia

Addio Ludovica, 15enne si spegne dopo 4anni di lotte contro la malattia
Mercoledì 24 Maggio 2017, 05:02
PORDENONE - (lp) Nonostante la malattia la affliggesse da anni, era uscita dalle scuole medie con il 10 e lode. Un impegno fuori dal comune che le era valso il titolo di Alfiere della Repubblica da parte del presidente Sergio Mattarella. Il prossimo traguardo che la 15enne intendeva tagliare era la brillante conclusione della seconda al liceo classico Canova di Treviso, ma ieri la sua battaglia contro l'osteosarcoma si è conclusa tra la commozione del personale dell'Area Giovani del Cro di Aviano, dove era seguita da anni, con svariati ricoveri alternati a qualche periodo nella sua abitazione di Volpago del Montello, con accanto il suo angelo custode, la mamma Carolina. Grazie a un progetto di istruzione a distanza, predisposto dal suo istituto, e al supporto offerto dal Cro per il proseguimento degli studi, Ludovica Visentin (nella foto), quando le era possibile, si collegava via internet con la scuola, con i docenti e con i suoi compagni di classe, riuscendo sempre a mantenere il passo dettato dall'impegnativo programma scolastico della quinta ginnasio. 

martedì 23 maggio 2017

Saffie Rose di 8 anni è la bimba più piccola della strage di manchester


Manchester, Saffie è la più piccola delle vittime: aveva solo 8 anni

COMMENTA

Martedì 23 Maggio 2017, 14:34
Si chiamava Saffie Rose, aveva otto anni ed è la più giovane delle vittime dell'attentato di Manchester. La conferma della sua morte è arrivata poco fa dopo che questa mattina si erano susseguiti su social network i disperati appelli dei genitori che la davano per dispersa. 


 
  Della bambina si erano perse le tracce dopo l'attacco al concerto al Manchester Arena. "Le famiglie e gli amici - avevano scritto i media britannici - di 14 persone hanno confermato che sono ancora alla ricerca dei loro cari. Tra i dispersi c'è anche una bambina di otto anni, Saffie, la più giovane di cui al momento non si hanno ancora notizie. La piccola era andata al concerto con la sorella più grande".
Su Twitter, intanto, i familiari dei dispersi continuano a pubblicare le foto dei loro cari, nel tentativo disperato di ritrovali.
 

Giorgina Callander di 18 anni è la prima vittima della strage di Manchester

Georgina Callander, 18 anni, è la prima vittima identificata della strage di Manchester

La giovane sarebbe morta nel letto dell'ospedale assistita da sua madre


Georgina Callander, 18 anni, è la prima vittima identificata della strage di Manchester. Secondo quanto riporta il quotidiano locale Manchester evening standard la ragazzina sarebbe morta nel letto dell'ospedale assistita da sua madre. A riferirlo al giornale è un'amica stretta di Georgina che conferma la notizia del decesso della giovane nella struttura medica dove era stata trasportata dopo l'esplosione
"Molto emozionata di vederti domani" aveva twittato Georgina domenica alla Pop star Ariana Grande.
Georgina era una studentessa di assistenza sanitaria e sociale al secondo anno di università.

Alice Galli di 16 anni è morta dopo due giorni di agonia per essere stata travolta da un taxi

Alice, investita e uccisa a 16 anni dal taxi: "Uno dei due è passato con il rosso"

FOTO | COMMENTA

Alice, investita e uccisa a 16 anni dal taxi: "Uno dei due è passato con il rosso"
Martedì 23 Maggio 2017, 09:34

di Anita Sacconi
È morta dopo due giorni di agonia la ragazza di 16 anni travolta sabato pomeriggio da un taxi a Roma. Alice Galli, romana, è deceduta ieri mattina all’ospedale pediatrico Bambino Gesù. L’incidente è avvenuto sabato pomeriggio, intorno alle 17, nel quartiere San Giovanni. Stando ai rilievi della polizia locale sembra che la ragazza stesse attraversando sulle strisce pedonali quando, all’improvviso, un taxi l’ha investita. 


  La ragazza è stata travolta dall’auto mentre attraversava la strada nelle vicinanze della fermata dell’autobus in via dell’Amba Aradam, all’altezza di Porta Metronia, forse per tornare a casa, dove la stavano aspettando i genitori, commercianti della zona. Il conducente, che sembra viaggiasse sulla corsia preferenziale, si è subito fermato a prestare soccorso chiamando immediatamente i sanitari. Ma le condizioni della giovane sono apparse subito molto gravi. Ricoverata all’ospedale San Giovanni, domenica è stata trasferita al Bambino Gesù, dove è deceduta poche ore dopo in seguito alle gravi ferite riportate.    La giovane, residente a Roma, non molto lontano dal luogo dell’incidente, frequentava il liceo linguistico Vittoria Colonna. A settembre sarebbe dovuta partire per un viaggio-studio di un anno all’estero. L’attraversamento incriminato prende una strada abbastanza larga e a due corsie, alle quali si aggiunge una preferenziale ed è regolato da un semaforo.  La polizia municipale sta indagando sull’esatta dinamica dell’incidente. Gli agenti del Gruppo I hanno raccolto diverse testimonianze per ricostruire l’accaduto, passando al vaglio anche le immagini delle telecamere che puntano sulla strada. Da chiarire, in particolare, il racconto del tassista, che ha riferito che la 16enne avrebbe attraversato la strada a semaforo verde. I vigili avrebbero già mandato una prima informativa in Procura. Il conducente è ora indagato per omicidio stradale. Intanto si susseguono i messaggi per ricordare la ragazza: “Per sempre tu”, una delle frasi con cui le amiche hanno voluto salutare la giovane, pubblicando sui social network una delle tante foto insieme.

domenica 21 maggio 2017

ULTIM’ORA. Trovato morto il ragazzo di Marconia scomparso giovedì scorso

E’ stato trovato morto, poco fa, Matteo Barbalinardo (nella foto di copertina), del quale si erano perse le tracce dal pomeriggio di giovedì scorso, quando era stato visto per l’ultima volta nella villa del centro abitato.
Il cadavere è stato trovato coperto da un telo in un fabbricato di Marconia in costruzione.
Sul posto Polizia e carabinieri che stanno effettuando le prime verifiche anche per chiarire le cause della morte.
La scomparsa del ragazzo era stata denunciata dalla mamma allarmata dal fatto che il figlio non era rientrato.
Le ricerche erano iniziate subito dopo da parte delle forze dell’ordine e di molti amici di Matteo che avevano lanciato appelli anche attraverso i sociali.
Matteo Barbalinardo
Matteo Barbalinardo

Valerio Lo Torto di 23 anni e Fabio Di Blasio di 22 anni sono morti stamani in un incidente autonomo avvenuto sulla via Nomentana; grave il conducente

Roma, incidente nella notte in via Nomentana: morti due ragazzi

FOTO | COMMENTA

Roma, incidente nella notte in via Nomentana: morti due ragazzi
Domenica 21 Maggio 2017, 10:41
Due ragazzi di 22 e 23 anni sono morti ed una terza persona è rimasta gravemente ferita in seguito ad un incidente avvenuto stradale avvenuto in via Nomentana all'altezza del chilometro 13 in direzione Mentana.  Sono Fabio Di Blasio, 22 anni (nato il 29 settembre del 1995), e Valerio Lo Torto, 23 anni (nato il 9 settembre del 1994): per loro non c'è stato nulla da fare. Grave il conducente, Istine Vasile Florian, 24 anni, nato il 5 luglio del 1993.
 
 
FOTO - di - VALERIO LO TORTO_ FABIO DI BLASIO

E' successo alle 5 di domenica 21 maggio. Ancora da definire la dinamica dell'accaduto, secondo i primi accertamenti l'auto sarebbe finita fuori strada senza contatti con altre auto all'altezza di via Dante da Maiano. A causa del terribile impatto uno dei due passeggeri è stato sbalzato fuori dall'abitacolo.
Dalla prima ricostruzione dei Vigili urbani il veicolo è un'utilitaria e non ci sono elementi per sospettare un contatto con altre vetture. Vasile Florin è stato trasportato all'ospedale Sant'Andrea in gravi condizioni.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Archivio Completo